Cronos (1993) di G. Del Toro

Il primo lungometraggio di Del Toro è un horror insolito ma già caratterizzato da un preciso stile personale e dalla comparsa di temi, cari al regista, che in seguito diverranno ricorrenti nel corso della sua filmografia: il simbolismo degli insetti(Mimic, Il labirinto del Fauno, ecc.), lo sguardo puro e disincantato dei bambini(La spina del diavolo, Il labirinto del Fauno) e l'utilizzo di Ron Perlman, uno dei suoi attori-feticcio(Blade 2, Hellboy). Un anziano antiquario messicano rinviene un antico amuleto-meccanico a forma di scarabeo, che improvvisamente ferisce l'uomo con acuminati aculei metallici; testimone dell'accaduto è la nipotina Aurora. Lo strano marchingegno è l'invenzione di un alchimista del 1500 che permette di sconfiggere la morte, a caro prezzo, dato che il possessore dell'amuleto diviene una sorta di vampiro. Sulle tracce di questo rivoluzionario talismano vi è un vecchio miliardario, prossimo alla dipartita, e il suo giovane e impulsivo nipote(Perlman). La cornice urbana di una città messicana, dona al film un taglio surreale, a tratti grottesco(le scene, fantastiche, dell'obitorio), ma decisamente affascinante e originale. Del Toro mostra l'orrore dell'immortalità senza effetti truculenti ma riuscendo ugualmente a trasmettere l'angoscia e il disgusto(la memorabile "ricerca" di sangue nella toilette di un ristorante). Ottimi gli interpreti: Federico Luppi(l'antiquario Jesus Gris) e Ron Perlman(Angel De la Guardia). Grandissimo finale, quasi intimista e molto malinconico. Un film importante, che segna la nascita di uno dei registi del cinema fantastico più autorevoli e brillanti in circolazione. Da non mancare assolutamente.

Commenti

sTUDIOpAZZIA ha detto…
questo film mi è stato consigliato 'sta mattina
bella recensione

spero di riuscire a recuperarlo

SP
Sciamano ha detto…
uh, grazie per il commento e i complimenti!
Ismaele ha detto…
ti ho appena citato in un post su Cronos.
bel blog, ci ritorno.
ciao
Sciamano ha detto…
grazie 1000, mi fa molto piacere!
ciao
Joe ha detto…
la versione che ho visto io difettava nella traccia audio, alternando spagnolo e (mediocre) doppiaggio.
a te come è andata?
Sciamano ha detto…
non ricordo particolari fastidi, mi sembra che era ok il mio dvd (import) ;)