L'esperimento del Dr. K (1958) di K.Neumann


Niente paranoie anti-comuniste anni 50, mostri giganti da combattere o invasioni spaziali da affrontare. "L'esperimento del dr.K"(tit.originale "the fly") è uno dei film più innovativi e geniali del periodo(basti pensare all'introduzione del tele trasporto: "star trek" per es. ha campato decenni su questo "espediente") e probabilmente anche uno dei più disperati: quello che provano i protagonisti(Helene Delambre su tutti), alle prese con mutazioni e decisioni estreme, è devastante e crudele. Andre Delambre è un giovane scienziato che, in gran segreto, ha creato un rivoluzionario marchingegno: il tele trasporto, ossia la possibilità di scomporre/ricomporre a piacimento gli atomi della materia , tramite l'uso di due celle meccaniche. Ma non tutto va per il verso giusto: un giorno lo scienziato sperimenta su stesso la miracolosa invenzione, senza accorgersi che un insetto(una mosca), inavvertitamente, si è introdotto nella cella. I codici genetici dell'uomo e del piccolo insetto si incrociano fatalmente. "The fly" di kurt Neumann, pur se poco visto, resta un classico imprescindibile ; non è un film a basso costo, anzi è paragonabile ai film dell'epoca di Jack Arnold o al "Pianeta proibito" per i capitali utilizzati, che si vedono tutti nella superba sequenza finale: scioccante e ancora godibile nonostante i quasi 50anni trascorsi. Nel cast compare Vincent Price(Francois Delambre), impagabile come al solito. Del film è stato anche tratto un seguito ,"the return of the fly"(1959), più delirante e girato in bianco e nero(questo originale invece è a colori). Celebre il remake del 1986, marcatamente horror, diretto da David Cronenberg.

Commenti