Cursed (2004) di Y.Hoshino


Da non confondere con il ben più famoso "Cursed" di W.Craven. Il film di Yoshihiro Hoshino è un horror giapponese che ha nell'ambientazione la sua caratteristica più curiosa: un mini-market, di quelli aperti 24 ore su 24. Succedono cose strane in un piccolo supermercato a gestione familiare, i proprietari sono dei pazzi squilibrati, la cassa batte sempre il numero 666, inquietanti personaggi si aggirano tra gli scaffali e come se non bastasse alcuni avventori cominciano a morire con modalità a dir poco efferate. Bizzarro e poco conosciuto "Cursed" è un film da non mancare assolutamente perchè, incredibile a dirsi forse, trasmette quella sensazione che molti film horror non riescono più a dare: infondere paura. Regia sicura, attenta a sfruttare la fotografia buia e gli inquietanti effetti sonori, che si concede anche citazioni al cinema horror nostrano di Argento(i fans del del Dario nazionale troveranno gustosi certi momenti)e Bava("Operazione paura", sembra infinita la serie di omaggi verso questo film). Un piccolo film, semplice, lineare che soddisfa la visione e cattura per la sua malvagità, non c'è molto da aggiungere, bisogna procurarselo. Scary movie!

Commenti