Wilderness (2006) di M.J. Bassett


Tit. originale: Wilderness
paese: UK


Seconda prova per il giovane regista, Michael J. Bassett, promessa dell' horror inglese dopo il notevole "Deathwatch".

Per scontare una grave sanzione disciplinare, un gruppo di giovani carcerati, viene condotto su un'isola deserta utilizzata per esercitazioni, a contatto con la natura selvaggia. Ben presto i ragazzi scoprono di essere il bersaglio di una minaccia invisibile che vuole eliminarli.

Vi sono diversi punti di contatto con il precedente "Deathwatch"(2002), horror ambientato in una trincea durante la 1^ guerra mondiale, uno di questi è l'aspetto corale della vicenda, priva di un vero protagonista, composta da uno stuolo di variegati personaggi, ben distinti(forse anche troppo) per carattere e comportamento. Un'altra similitudine è l'incombenza di un'entità indecifrabile che non tarda a compiere brutali omicidi. Colpiscono in maniera favorevole la crudezza della violenza e i numerosi effetti splatter(il migliore probabilmente è quello dello smembramento di una vittima imprigionata a un albero), lo stesso dicasi per la scelta non comune di girare sempre alla luce del giorno, cosa questa che comunque non nasconde certi debiti verso il gioco al massacro del giapponese "Battle Royale" e al conterraneo "Severance", da cui sembrano tratte sequenze di peso(quella della tagliola per es.), ma in questo caso bisogna stabilire quali dei due film sia uscito prima.
La legge del più forte, equilibri di potere, stadi primordiali di sopravvivenza, "Wilderness" tenta di scandagliare il lato selvaggio dei personaggi, non sempre ci riesce, la causa é una mancanza di fondo di motivazioni credibili della storia, e forse non è un caso che il film (quasi)crolli nel finale risolutore, che ha il torto di spiegare ogni dettaglio e smarrisce la tensione accumulata. Nonostante tutto Bassett rimane un regista da tenere d'occhio. Da segnalare nel cast l'ottimo Sean Pertwee(Event Horizon, Dog Soldiers, Doomsday, ecc.), nel ruolo dell'agente di sorveglianza, uno dei migliori caratteristi del cinema fanta-horror inglese.

Rating: 6/10

Commenti

Alex McNab ha detto…
Non sembra affatto male, mi piace quando l'uomo viene "studiato" cinematograficamente, riportandolo alle sue origini di bestia selvaggia...
Inoltre a me i finali in cui si spiega tutto piacciono, quindi ti ringrazio doppiamente per la segnalazione ;)
Sciamano ha detto…
allora non puoi mancare di visionarlo!
p.s. grazie a te per l'attenzione!