Star Wars: Episodio I - La minaccia fantasma (1999) di G. Lucas


tit.originale:"Star Wars: Episode I - The Phantom Menace"
paese: USA


Il quarto film in ordine di produzione della saga "Guerre Stellari" è il prequel della trilogia originale e il primo della nuova serie terminata nel 2005 con "Episodio III - La vendetta dei Sith".

La potente federazione dei mercanti con l'appoggio segreto di Darth Sidious, il signore dei Sith, invade il pacifico pianeta di Naboo guidato dalla regina Amidala(Natalie Portman). Il cancelliere supremo della Repubblica inivia su Naboo due cavalieri Jedi per negoziare la pace: Qui-Gon Jinn(Liam Neeson) e Obi-Wan Kenobi(Ewan McGregor). Il negoziato fallisce ma i due Jedi riescono a fuggire con la principessa Amidala sul pianeta Tatooine dove incontrano un bambino dai poteri straordinari, Anakin Skywalker, predestinato a diventare un cavaliere Jedi e portare grandi sconvolgimenti nell'intera galassia.

La grande attesa per il ritorno della saga di fantascienza più famosa del cinema, 16 anni dopo l'ultimo capitolo della prima storica trilogia "Il ritorno dello Jedi"(1983), registra per "Episodio I- la minaccia fantasma" il maggiore incasso dei sei film complessivi di "Guerre Stellari" e l'entrata nelle dieci pellicole più viste di tutti i tempi con una cifra vicina ai 950 milioni di dollari(dvd e merchandising assortiti esclusi).

Il guru della LucasArt George Lucas, inattaccabile per lungimiranza commerciale, subisce però una serie di critiche da una parte degli stessi fans e della stampa specializzata che gli contestano un approccio freddo e speculativo verso una delle saghe cinematografiche più amate di sempre. Lucas in realtà compie quello che ha già fatto 20 anni prima con il mitico "Guerre Stellari"(1977): indica la strada per il cinema del futuro.

Sono in tanti a storcere il naso di fronte a un film concepito in gran parte con effetti digitali computerizzati e personaggi fittizi, tanto che i veri "intrusi" sono paradossalmente gli attori in carne ed ossa costretti a recitare in enormi set con sfondi in green-screen, immaginando di interagire con elementi che solo successivamente vengono aggiunti. All'epoca sembra una follia, anche se già nel primo "Matrix"(1999) il procedimento tecnico è, in misura minore, praticamente lo stesso.

Dieci anni dopo si può ben dire che Lucas era avanti rispetto ai tempi, a vedere adesso "Episodio I- La minaccia fantasma" sembra girato ieri, l'autore non ha fatto altro che utilizzare gli ultimi ritrovati tecnologici per portare avanti una visione unica e imponente che abbraccia il western, la fantascienza, il cinema d'azione con il respiro epico dei migliori racconti d'avventura, senza dimenticare un distillato originale di misticismo (finto)religioso e nozioni pseudo-storiche. Lucas dirige una troupe, eufemistico chiamarla in questo modo, di centinaia di collaboratori suddivisi in sezioni specializzate, l'autore ha comunque sempre l'ultima parola sulla scelta finale.

"Episodio I- La minaccia fantasma" appare freddo e raffinato, visivamente impressionante e dettagliato, la cura dei costumi, come tradizione del resto, sono magnifici(si pensi al guardaroba della principessa Amidala), le scenografie sono grandiose a perdita d'occhio e non solo ricostruite con effetti speciali, dato che la Reggia di Caserta e i deserti della Tunisia hanno contribuito alla resa spettacolare della cornice. Le astronavi non mancano e neppure le battaglie nello spazio, mondi fantasmagorici(la città subacquea Otoh Gunga), mostri e panorami tecno-oppressivi sterminati(il pianeta Coruscant).

La pellicola ha il difficile compito di raccontare gli avvenimenti antecedenti a quelli visti nella prima celebrata trilogia, l'interesse si concentra sul piccolo Anakyn Skywalker destinato a divenire Darth Vader(il migliore villain della storia del cinema senza ombra di dubbio), il cavaliere che ha ripudiato l'ordine degli Jedi per passare al lato oscuro della Forza, nonché il padre di Luke e Leila Skywalker. La vera sotto trama è comunque l'inesorabile e sottile presa di potere da parte di Palpatine, l'ambiguo senatore della Repubblica.

Il piccolo Anakyn(Jake Lloyd) é un abile pilota di "sgusci", mezzi da corsa del futuro, che dimostra il suo valore in una gara ambientata nei canyons del deserto, una sequenza che sembra presa di peso da un videogame, serrata e veramente spettacolare in omaggio alla corsa delle bighe di "Ben Hur"(1959). Liam neeson è Qui-Gon Jinn, maestro Jedi, l'attore appare un po' spaesato ma compensa con una buona presenza scenica, Edward McGregor risulta, almeno fisicamente, un giovane e degno Obi-Wan Kenobi(interpretato da Alec Guiness in precedenza). Tra i personaggi storici si notano le comparsate dei droidi C-3PO e R2-D2, Yoda e altre creature come Jabba The Hut("Il ritorno dello Jedi"). Nuova entrata, non molto gradita ai fans, è quella del personaggio interamente digitale di Jar Jar Binks, il buffo gunga con la lingua da rettile. Nel cast vi sono anche Samuel L.Jackson nel ruolo del maestro Jedi Mace Windu e la graziosa Natalie Portman, la principessa Amidala.

"Episodio I- La minaccia fantasma" viene comunque ricordato anche per la presenza di Darth Maul(Ray Park), l'allievo di Darth Sidious, un oscuro e potente guerriero con il volto dipinto che utilizza una magnifica lightsaber a doppia lama. Darth Maul appare solo per pochi minuti e pronuncia appena 21 parole in tutto il film, eppure rimane indelebile nel cuore degli appassionati per il suo look demoniaco e l'epico duello finale, probabilmente il migliore di tutta la saga, che lo vede scontrarsi con i Jedi Qui-Gon Jinn e Obi-Wan Kenobi.

Rating: 8/10

Commenti

Rodan75 ha detto…
Che ricordi! Uscii dal cinema frastornato e perplesso, ma affascinato dal duello finale a tre con le spade laser (ancora oggi il mio preferito di tutta la saga). La visione di "Episodio 2" comunque è stata più illuminante su dove Lucas volesse portare la storia, "Episodio 1" continuo a trovarlo un po' troppo sbilanciato ma il tempo gli sta dando giustizia ed è ora che ci si confronti con più serenità.
Che la Forza sia con noi!
Sciamano ha detto…
Fermo restando che trovo tutti i sei film bellissimi, questo "episodio I" é quello che(mi sembra) mostri più il fianco alle critiche. Io comunque lo trovo un grande film, e poi c'è Darth Maul che mi fa impazzire.
Che la forza sia con noi!
myers82 ha detto…
uhm, concordo sul MITICO Darth Maul, personaggio strepitoso (ma sottoutilizzato da Lucas che nel film lo fa vedere per massimo 15 minuti, quando avrebbe dovuto usarlo per tutta la nuova trilogia visto il potenziale) per il resto, trovo che Episodio 1 sia tra i più deboli della saga, per carità ha i suoi pregi, ma è troppo bambinesco e ha una prima parte noiosetta, per me il voto è 6 ma non di più
Sciamano ha detto…
Darth Maul ha lasciato il segno, almeno su quello siamo d'accordo (tutti)
;)