Battaglia per la terra (2000) di R. Christian


Tit.originale:"Battlefield Earth: A Saga of the Year 3000"
paese: U.s.a.

Sfortunato sci-fi post-apocalittico tratto da un opera di L.Ron Hubbard, il fondatore di Scientology, con protagonista John Travolta.

Anno 3000, la terra è sotto il dominio della razza aliena Psychlos, i pochi umani sopravvissuti regrediti a uno stadio primitivo sono in via d'estinzione. Il giovane Johnnie tenta di iniziare una rivolta contro gli oppressori alieni, guidati dal capo delle forze di sicurezza Terl(John Travolta), che costringono gli uomini ad estrarre minerali preziosi da tele trasportare sul pianeta madre.

"Battaglia per la terra" è uno dei peggiori flop degli ultimi 15 anni sbeffeggiato per alcuni primati poco invidiabili, tra cui il titolo di "peggiore film dell'anno", ma soprattutto criticato per essere stato travisato come mezzo di propaganda del controverso movimento a sfondo religioso "Scientology" fondato da L.Ron Hubbard, l'autore del romanzo da cui è tratta la pellicola, che ha nel protagonista uno dei suoi più celebri adepti: John Travolta. In realtà non compare nessun rimando esplicito a specifiche cause religiose ne tanto meno messaggi subliminali, probabilmente l'attore rinfrancato dal rilancio ad alti livelli grazie a "Pulp fiction"(1994) pensa più a un omaggio a Hubbard e ad un ritorno d'immagine favorevole che invece, al contrario, si traduce in un disastro di critica e pubblico.

Il film non è certo quell'immondo pasticcio che si sente dire da più parti anche se le premesse per un tracollo di consensi compaiono tutte, occorre dire che in quegli anni gli scivoloni nel panorama di fantascienza non erano pochi, si pensi ai post-apocalittici firmati da Kevin Costner("Waterwarlod", 1995, "The Postaman", 1997) o i mediocri film di Emmerich("Indipendence Day", 1996) che di buono avevano solo gli incassi, senza contare le vere cocenti delusioni: il remake di "Il pianeta delle scimmie"(2001) di Burton. Tutti film con i quali "Battaglia per la terra" condivide pericolosamente certi aspetti, primo fra tutti l'ambientazione post-apocalittica e la presenza di un oppressore tirannico. John Travolta, qui anche in veste di produttore, accarezza da anni l'idea di una trasposizione della saga fantascientifica di Hubbard ma per sopraggiunti limiti di età, non essendo più uno sbarbato, si aggiudica il ruolo del villain Terl e non quello del giovane e atletico Johnnie che invece ha il volto del biondo Barry Pepper, attore 30enne balzato alla notorietà nel ruolo del cecchino in "Salvate il soldato Ryan"(1998).

Il look degli alieni è uno degli scogli da affrontare, alti più di due metri con fronte allungata e provvisti di una pettinatura dreadlocks, delle sembianze improbabili che però difficilmente si dimenticano. L'interpretazione di Travolta inoltre coglie in contro-piede in quanto appare più umano, pur nella sua meschinità, degli uomini stessi che ha ridotto in schiavitù, Terl difatti é un personaggio arrivista e con pochi scrupoli che non perde mai l'occasione di commentare con sarcasmo gli andamenti del suo operato con il sottoposto Ker, interpretato da Forest Whitaker che visto la mal parata ha in seguito dichiarato di essere rammaricato per aver partecipato al film.

Alla regia compare Roger Christian che ha mosso i primi passi sul set di "Alien"(1979) come production designer ed è il regista della seconda unità in "Episodio I la minaccia fantasma"(1999), non è quindi l'ultimo arrivato. Alcune scelte stilistiche ricordano i film di George Lucas: i cambi di scena "a tendina", e le battaglie con astronavi aliene e aerei terrestri a decollo verticale dello spettacolare finale sono chiaramente in debito con "Guerre stellari" . Lo scenografo e curatore degli effetti speciali è Patrick Tatopoulos("Underworld La ribellione dei Lycans"), uno dei nomi cardine del cinema fantastico degli ultimi 10 anni, a cui si devono le belle ambientazioni post-apocalittiche simili a quelle viste nella serie anime "Ken il guerriero", mischiate con scenari cyberpunk che ritraggono le città degli Psychlos come la Los Angeles di "Blade Runner"(1982).

"Battaglia per la terra" ha una durata eccessiva e la sceneggiatura è piena di incongruenze e inverosimiglianze clamorose(per es. i "cavernicoli" che imparano a guidare i caccia militari con un simulatore)inoltre delude i lettori della saga di Hubbard presa in considerazione solo parzialmente, eppure per coloro che apprezzano anche la sci-fi sopra le righe e certe atmosfere oppressive e decadenti può risultare interessante.

Rating: 6/10

Commenti

Davide Di Giorgio ha detto…
Non credevo sarebbe mai arrivato il giorno in cui avrei visto difeso questo titolo. Comunque non fu etichettato come peggiore dell'anno, ma peggiore della storia del cinema (anzi fu scritto testualmente "un milione di scimmie con un milione di matite non sarebbero riuscite a scrivere qualcosa di così stupido: valido contendente alla palma di peggior film della storia del cinema"), e personalmente sono abbastanza d'accordo :-).

Onore a te comunque che sei riuscito a trovarci qualcosa di buono, davvero.
Sciamano ha detto…
si, é stato anche nei peggiori 100 film di IMDB....ahahaha!...
Ho pensato dentro di me: la faccio o no sta rece?..massi, chissenefrega.
Comunque l'ho visto due volte e non mi ha mai annoiato, é pieno di cose assurde(le aliene con la lingua di 30 cm!) ma lo trovo meno peggio(adesso non dico certo che é un filmone) di film ben più altolocati e benvisti.
Sciamano ha detto…
Su unilibro.it ho trovato questo commento di presentazione al dvd:

"Carico di azione mozzafiato ed effetti speciali strabilianti, BATTAGLIA PER LA TERRA ha creato uno stile completamente rivoluzionario di fantascienza cinematografica. Pianeta Terra: anno 3000 d.c. In un mondo dominato dagli alieni l' uomo rischia di scomparire. La ribellione della razza umana e la lotta per la conquista della Terra danno vita a questa saga originale e innovativa, ricca di umorismo, avventura e suspense. Gli effetti speciali estremamente realistici creano un film esplosivo e avvincente che vi lascerà esausti. John Travolta, in un ruolo alquanto insolito, interpreta il crudele e distruttivo Terl (il capo della sicurezza aliena sulla Terra); Barry Pepper recita nel ruolo dell' appassionato leader dei ribelli, Jonnie Goodboy Tyler, mentre Forest Whitaker è Ker, il divertente e infido assistente di Terl."

vabbé, adesso non esageriamo...!!
Davide Di Giorgio ha detto…
>Ho pensato dentro di me: la faccio o no sta rece?..massi, chissenefrega.

Hai fatto bene a farla, c'è sempre bisogno di pareri controcorrente che stimolino il confronto, qualunque sia il film ;)
Sciamano ha detto…
Ben detto, concordo!