La pubblicità é l'anima del commercio

Una delle mosse più riuscite per promuovere la serie si riferisce ai fittizi-commercial-tv, creati appositamente con sequenze che nel corso del film non compaiono. Questo per "Resident Evil Apocalypse"(2004) ne é un buon esempio.

Commenti

Joe80 ha detto…
li spot sono le cose migliori, sempre molto stuzzicanti non c'è che dire... rivedendo questo teaser, certo, mi è tornata alla mente l'attesa che avevo per il sequel -il primo l'ho sempre reputato un film di un certo livello e resta il mio preferito della trilogia- Jill e Nemesis in scena, Raccoon devastata, alla base un ottimo confronto fan fiction- universo originale, all'epoca lo trovavo interessante... poi quando è giunto il film, mi so cadute le braccia -e le palle-... cioè non mi puoi, dico non mi puoi mettere Nemesis robottone che si sacrifica per la causa, Jill non puoi inquadrarla solo come fosse un'isterica con la pistola, Alice non puo fare zompi di 10 metri per sfuggire al Nemesis, Nikolaj non puo essere interpretato dal fratello di Nedved... e.... non puoi farmi un Resident Evil senza Resident Evil, ultrapatinato, senza sangue, ne senso di minaccia incombete, ne devastazione; Nemesis completamente sacrificato in un immagine plasticosa orribile, non c'è manco il tentacolo, al contrario un mitragliatore di 999 pallottole -la Capcom si era resa conto che avrebbe toppato, per questo ha sostituito il mitra con il tentacolo/verme, Anderson avrebbe dovuto prestare attenzione a questo- Paradossalmente è quello che piu si vantava di seguire il plot del gioco, ed è stato quello che piu se ne è discostato!!
...ed è un enorme peccato, visto il finale Superbo del primo film, che lasciava presagire un seguito di ferro...
Sciamano ha detto…
Da questo commento si nota che sei un esperto del videogame....
Per me "Apocalypse" é il più debole della trilogia, ma lo apprezzo molto lo stesso, é divertente e poi c'è l'accoppiata Alice-Jill
Grazie per la partecipazione!