Top-Ten-Arti Marziali Dead-Inside decennio(2000-2009)

Anche in questo caso spero di non avere dimenticato qualche titolo, dubbi sul posizionamento dei primi osti ma ho deciso questa classifica. A parte un paio mi sembra che sono tutte pellicole disponibili in italiano.



10) City of Violence (2006)










Film d'arti marziali urbano made in Korea che guarda al cinema gangster di Hong Kong degli anni d'oro. Frenetico e violento.

9) The Protector (2005)








Il ciclone Tony Jaa, dopo avere portato alla ribalta la boxe thai a livello mondiale con "Ong Bak", torna con un film meno approssimativo a livello di trama e personaggi. Colpi al fulmicotone e un piano-sequenza all'interno di un edificio da antologia.

8) Seven Swords (2005)









Il wuxiapian del decennio, superiore ai luccicanti ma vuoti "La tigre il dragone" e "Hero". Tsui Hark ancora sugli scudi insieme al vecchio leone Liu Chia Liang che compare nella doppia veste di attore-coreografo. Nel cast anche Donnie Yen.

7) Zatoichi (2003)










Il primo film in costume di Takeshi Kitano è un chambara pieno di sangue in CGI in onore al mitico spadaccino cieco di Shintaro Katsu. Carisma e commozione da vendere.


6) Ninja Assassin (2009)










Fantastico omaggio-resurrezione del filone "Ninja". Un budget considerevole al servizio di una storia di vendetta intrisa di sangue, guerrieri ninja e combattimenti furibondi. Operazione riuscitissima poco recepita dal grande pubblico.

5) Chocolate (2008)













Il cinema action tailandese colpisce ancora, questa volta tocca all'astro nascente femminile di JeeJa Yanin, una che mena tanto quanto il collega Tony Jaa. Grandi combattimenti per un film compatto e spettacolare.

4) Flashpoint (2007)












Forse la migliore pellicola della coppia Wilson Wip(Regista) e Donnie Yen(attore/coreografo) attivissima nel decennio("SPL", "Ip Man", ecc.) con standard pazzeschi. Coreografie da fare sbavare(il finale!)per un mix di discipline marziali eseguite con un appeal super-cool. Donnie Yen superstar.

3) Redbelt (2008)







Una vera sorpresa questo film di David Mamet anti-spettacolare e ambientato a L.A. "Redbelt" è la via intimista e spirituale delle arti marziali. Finale da lacrime agli occhi. Stupendo.

2) Kill Bill Vol.I (2003)










Clamorosa opera dal genio di Quentin Tarantino che dimostra di essere un n°1 anche nel girare action-movie, una sorta di greatest hits delle arti marziali secondo il regista, virato in una dimensione sospesa tra il fumetto e un ipotetico mondo pulp(fiction). Eccezionale Uma Thurman sposa della vendetta.

1) Kung fu hustle (2004)








Visionario capolavoro-fantasy sulle arti marziali diretto e interpretato dal grande Stephen Chow. Un cartone animato live-action coreografato da Yuen Wo Ping(reduce da "Kill Bill) denso di ironia e violenza. Un film forse unico, in Italia conosciuto con l'orrendo titolo "Kung fusion"(mai vista la versione italiana e me ne vanto, non oso immaginare il doppiaggio e cosa hanno fatto, sempre se vi hanno messo mano, al montaggio). The Best.

Articoli collegati:
Top-Ten-Horror Dead Inside decennio(2000-2009)
Top-Ten-Action Dead Inside decennio(2000-2009)

Recensioni collegate:
City of Violence
The Protector
Seven Swords
Zatoichi
Ninja Assassin
Chocolate
Flashpoint
Redbelt

Commenti

Anonimo ha detto…
oddio Kung Fusion!! ahahah dai, ma che film mi metti?? io ho visto la versione doppiata, sfiora il patetico, non amo il genere demenziale, ma qui in certe scene proprio si rasenta la cretinaggine fine a se stessa XD... a mio avviso sopravvalutato.
Tony Jaa?! Non mi è mai piaciuto, molto meglio JeeJa Yanin! (e scusa se poco);-)
Per il resto, classifica originale, (ma vedo che non ti è piaciuto ne hero ne hidden dragon! aaargh! :D) ma hai fatto di meglio nel panorama action poliziesco, con il primo posto al film di Mann, benfatto!
ciao
davide
Sciamano ha detto…
Per "kung fusion" ti rimando alla rece che ho fatto dopo questa classifica:)....in italiano non lo vedrò mai!!
P.s. come ben sai le classifiche lasciano il tempo che trovano, sono divertenti più che altro.
ciao!