Watari ragazzo prodigio (1966) + SPECIALE NINJA



Delizioso fantasy-martial-art-movie anni 60 con protagonista una bambino-ninja.

Giappone feudale, Watari vive con il nonno in una regione contadina schiacciata sotto il dominio di due influenti clan, i quali si servono di schiavi-ninja per mantenere il potere con la violenza. Il ragazzino è in possesso di incredibili doti magiche e di combattimento, merito dell'anziano nonno che nasconde sotto mentite spoglie un passato da guerriero ninja. Watari si inserisce nella faida che vede contrapposti i due casati per favorire la ribellione dei soldati-ninja, in rivolta contro le dure e spietate leggi dei ricchi possidenti, a cui tutto è dovuto, anche la vita stessa.

Non deve trarre in inganno la presenza in "Watari" di un bambino come protagonista, il film oltre ad accontentare i più piccoli viene incontro a coloro che da un film di arti marziali con i ninja pretendono violenza e combattimenti, e da questo punto di vista non si va molto per il sottile anche se siamo nel bel mezzo degli anni 60 in un film ispirato da un manga per bambini(?) ideato dal maestro Sanpei Shirato, un'autorità in materia di ninja("Sasuke", "L'invincibile ninja Kamui"), contrariato si racconta di questa trasposizione live-action. I Ninja sono ovunque dato che tutti i protagonisti sono stati addestrati alla dura arte del Ninjutsu, viene dato soprattutto risalto alle arti magiche che solo i maestri ninja possono esercitare, il piccolo Watari si dimostra all'altezza con la tecnica delle "ombre luminescenti", la capacità di riflettere la propria immagine a distanza per confondere gli avversari.

Il piccolo Watari è interpretato alla grande da un ragazzino che sembra sbucato, per davvero, da un manga con il suo ciuffo cadente che gli copre un occhio, idem dicasi per il nonno, un personaggio tipico della fantasia di Sanpei Shirato, senza una gamba sostituita da una protesi-stampella in legno e un taglio di capelli simile a quello del nipote. Il film è una produzione Toei, quindi con un largo utilizzo di teatri di posa ed effetti speciali-vintage deliziosi, la sensazione di assistere a un cartone animato vivente è continua e iperbolica grazie alla voglia di stupire degli autori, intenti a ingegnare sequenze sempre più mirabolanti dal gusto ultra-pop(del resto erano i favolosi anni 60...). Watari entra nelle prime scene munito di un flauto che suona con delicatezza, una situazione must per decine di anime-manga, il preludio degli scontri con numerosi e temibili guerrieri dalla pelle colorata(rossa, blu, verde)muniti di armi assurde e animali trasformati in mostri giganteschi per mezzo di incantesimi, si veda la bella sequenza del micio gigante.

Per i tempi risulta innovativa la tecnica della sostituzione dei fondali in cui interagiscono gli attori, in particolare Watari è al centro di momenti action(appeso a liane, in corse prodigiose, ecc.) riprodotti con l'idea di ricreare il dinamisco delle tavole anime, e ci riesce con accorgimenti che oggi sono, ovvio, superati ma ancora pieni di fascino. In diverse sequenze si possono invece notare dei veri e propri inserti di animazione, disegnati su pellicola, che interagiscono con i personaggi, un buon esempio è il combattimento con il maestro che lancia un'orda di farfalle colorate contro il piccolo Watari. La regia è sempre attenta nella scelta delle inquadrature e nel montaggio, per restituire quel senso di incredulità necessario a riprendere personaggi e animali trasformati in giganti disseminati lungo la pellicola.

Il mondo dei ninja ritratto è spietato, l'obbedienza al proprio padrone è il primo comandamento di ogni ninja che si rispetti, ma quando è proprio la guida principale a essere corrotta inizia una lunga disputa di sangue che sembra avere in comune la sinistra figura di Yoko, il vice del castellano Momochi Sandayu. Tra i ninja più bizzarri svettano i 6 ninja superiori, un manipolo di guerrieri dalla pelle colorata, tra cui anche una donna letale, capaci di trasformazioni e incantesimi assortiti che Watari affronta con la determinazione di un eroe consumato(un grande!), il ragazzo prodigio si concede anche un'apparizione mascherato da vero ninja, sempre con l'inseparabile scure assicurata sulla schiena, in un confronto con decine di ninja nemici all'interno di un castello.

Non mancano alcune parentesi dedicate ai più piccini, notevole la sotto-trama dell'amicizia tra Watari e il ragazzo-istruttore Kazura incontrato in una scuola di ninja in fasce: gli allievi hanno un'età media di 5 anni!. Per coronare l'incontro arriva improvvisa una sequenza gioiosa di canti e balli, uno dei momenti della pellicola in cui risuona la canzoncina contagiosa dedicata a "Watari", sotto i riflessi di un arcobaleno creato dalla magia del piccolo ninja. Il dramma comunque è sempre dietro l'angolo, la vicenda si fa sempre più dura sino a un duello finale nei pressi di un campo dall'erba alta con al centro un enorme tronco, sopra il quale vengono sferrati i colpi decisivi. Grande film di ninja diretto da Sadao Nakajima con ottime scenografie e interpretazioni convincenti, anche nei ruoli secondari, che si può definire un vero tesoro nascosto. Imperdibile il dvd italiano.

Tit.originale "Watari the ninja boy"(intern.)
paese: Giappone
Rating: 8/10

Qui di seguito un doveroso SPECIALE NINJA, giustificato in primo luogo dalla recente uscita del Kolossal(x il genere) "Ninja Assassin" prodotto dai lungimiranti Wachowski Bros. Per seconda cosa: adoro il genere!...mi fanno impazzire i ninja, le loro armi, il loro agire nell'ombra, basti pensare che lo stesso Jena Plissken di "Fuga da New York" é un chiaro omaggio alla figura del ninja. Terzo aspetto: nessuno in fondo parla mai di loro. Mi limito a un resoconto parziale, l'argomento é più vasto di quanto possa sembrare.

Il 2009 che sta per terminare, in fondo, è un po' l'anno del rilancio della figura dei Ninja su grande schermo.....

Ninja Assassin (2009) di J.McTeigue










Recensione:Ninja Assassin

G.I. Joe La nascita dei Cobra(2009) di S.Sommers









Recensione:G.I. Joe La nascita dei Cobra

Ninja (2009) di I.Florentine














Confezionato in fretta e furia per cavalcare l'hype di "Ninja Assassin", b-movie direct to video che non sembra affatto male a vedere il trailer.

Goemon (2009) di K.Kiriya











Dal regista di "Kyashan la rinascita", molto atteso.

Kamui Gaiden (2009) di Y. Sai



















Il Live-action di Ninja Kamui..!!!...c'è bisogno di aggiungere altro?

Alien Vs. Ninja (2009)



















Un'entrata....stravagante .... dell'ultimo minuto, dai creatori dell'action-horror "Death Trance".

UN TUFFO NEL PASSATO(anni 80):
Sho Kosugi














Recensione:The Super Ninja
Recensione:Il colpo segreto del Ninja
Recensione:Ninja in the dragon's den

ALCUNI TITOLI IMPERDIBILI:
Shaolin sfida Ninja(Heroes of the east)-(1978) di Liu Chia Liang









Non proprio un film sui Ninja, ma uno degli avversari dell'eroe interpretato da Gordon Liu è un ninja con il quale ingaggia un duello memorabile, nel finale, pieno di tecniche Ninjutsu e armi.

Five elements Ninja (1982) di C. Cheh











Nel genere un capolavoro: i 5 elementi della natura piegati all'arte del combattimento ninja. Un classico firmato dal mitico Chang Cheh.

Duel to the death (1983) di Ching Siu Tung














Da molti considerato il migliore film sui ninja mai fatto. Ma "Duel To The Death" non è solo questo.....

NINJA SPECIAL GUEST APPEARANCE:
Recensione:Killer Elite (1975)

La prima apparizione dei ninja in un film americano!....un film del Maestro Peckinpah.

Recensione:Shogun Assassin

Memorabili sequenze con protagonisti i ninja, nella breve rece non sono menzionate...comunque si trovano nel secondo capitolo della saga: "Lone Wolf and cub 2"

Recensione:Azumi 2...senza dimenticare il primo "Azumi"(2003)

Anche qui un po' di ninja recenti, bella mini-saga fumettosa.
La Tigre e il Dragone (2000)













Il cinema di arti marziali è pieno anche di Ninja-donne.....inserisco quella che compare nel mediocre "La tigre e il dragone" per la sua particolare bellezza: Ziyi Zhang.....wow......

Un video per uno speciale sui Ninja ci sta tutto.....la scelta è caduta su "L'ultimo samurai"(2003), a dire il vero un altro film che non amo particolarmente, questa sequenza però é fantastica e rende bene l'arte furtiva dei Ninja.





ANIMAZIONE NINJA:
L'invincibile ninja Kamui (la serie)















Di tutte le opere elencate per me questa rappresenta l'apoteosi....un cartone animato violentissimo e spietato, con forti messaggi politici e un eroe malinconico e solitario. Un saggio sulla tattica e le armi dei Ninja. Dal maestro Sanpei Shirato. Un capolavoro assoluto

Ninja Scroll













Un anime straordinario, una delle opere più influenti degli ultimi 20 anni, senza "Ninja Scroll" di Kawajiri forse il recente cinema action e di fantascienza non sarebbe stato lo stesso.

NINJA VIDEOGAME










Grave ammetterlo ma non ho mai avuto modo di giocare a un videogame con i ninja.....







NINJA MANGA

Panorama anche in questo caso variegato, segnalo almeno questa serie:
Hanzo, la via dell'assassino

Dead Inside su Facebook:https://www.facebook.com/pages/Dead-Inside/251824588280249?ref=tn_tnmn

Commenti

Alex McNab ha detto…
Mamma mia, che super dossier!
Complimentoni vivissimi!
Sebbene non sia un esperto di ninja, da ragazzo mi sono fatto le mie abbuffate di Guerriero Americano, Ninja la furia umana, Ninja guerrieri di fuoco e altri.
Senza dimenticare i videogiochi storici come Shinobi e Double Dragons.
Mitici!
Sciamano ha detto…
Grazie !!
Mettere foto e collegamenti porta via un mucchio di tempo...comunque era una cosa che volevo fare già da un pò di tempo.
I ninja dei film americani sono un vero e proprio filone, magari un giorno farò un secondo speciale...
Norys Lintas ha detto…
Un articolo monumentale! Complimenti ^^

Ora ho davvero tanti film da vedere, sono sempre stato appassionato dal mondo dei Ninja :)
elgraeco ha detto…
Stavolta ti sei superato! ;)
Buon anno, Sciamano!
Sciamano ha detto…
Grazie ragazzi, troppo buoni!...Buon Anno!...

p.s:..incrocio le dita per un possibile "Ninja Assassin 2"!
Anonimo ha detto…
quel "tigre e dragone mediocre" però, non te lo concedo! :D

davide
Sciamano ha detto…
Ciao Davide(x la cronaca é anche il mio nome!)....un giorno farò una rece di "La tigre e il dragone" per spiegarmi meglio. Diciamo pure che non mi é mai piaciuto, non posso farci niente...troppo patinato, con coreografie evanescenti e leggere, intrecci di una pesantezza rara, ecc.ecc.
Alex McNab ha detto…
Sulla "Tigre e il dragone" potrei essere d'accordo, semmai ti critico la frecciata a "L'ultimo samurai" :-)

Detto questo... BUON ANNO!

So che fare questi dossier è complicato e laborioso, quindi tanto di cappello ;-)
Sciamano ha detto…
"l'ultimo samurai" lo salvo con una tirata per i capelli x la sequenza dei ninja di cui sopra, il cast giapponese(nutrito e veramente ottimo)e le scenografie. Tom Cruise artista marziale però non lo reggo e la regia é mediocre.

Buon anno a te McNab!....e a tutti!
Anonimo ha detto…
a quando una recensione di ninja scroll? :P
JOE80
Sciamano ha detto…
eh, sarebbe da fare, visto che quest'anno cadono i 20 anni dall'uscita....
;)
Anonimo ha detto…
se ti metti a scrivere di anime non la finisci piu! :D
Giusto per dirne uno, da poco ho finito gli oav di hellsing, pazzeschi!
Per quanto riguarda Jubei, ho scoperto che è stato ridistribuito in inghilterra esattamente il 23 Novembre scorso (al cinema!)
non ho mai visto un anime sul grande schermo (non amo miyazaki) dev'essere un'esperienza.


JOE80
Sciamano ha detto…
Qualche rece di anime l'ho fatta, ma in effetti non basterebbe una vita, devi scegliere. Di Hellsing avevo visto la serie in dvd, la custodia del cofanetto è una bara. Un anime al cinema? francamente ora non ricordo di averlo visto...
;)