Limitless (2011)


Una nuova droga per un intrigante film di fantascienza senza limiti.

Eddy Morra è uno scrittore ma non riesce a buttare giù una sola parola per il nuovo libro, per il resto la vita è ancora peggio. Tutto cambia quando incontra l'ex cognato che gli fa provare una strana pastiglia, si tratta di un farmaco rivoluzionario in grado di sfruttare tutte le potenzialità della mente. Eddy entra in possesso di un ingente quantitativo della NZT e sviluppa un'intelligenza fuori dal comune che gli spiana la strada del successo ma la droga ha anche degli effetti collaterali inoltre altre persone sono interessate ad averla.

Film dalla trama semplice ma avvincente e rivolto più che altro a un pubblico maschile, di preferenza intorno ai 30 e 40 anni, che più facilmente si può immedesimare in Eddy Morra, un fallito che vede risollevare la vita verso ricchezze e donne a piacimento. Ma la cosa migliore di "Limitless" è forse un'altra, più sensoriale, se vogliamo "cyberpunk", e si riferisce alle travolgenti soggettive iper-zoom, che attraversano le strade e i luoghi della città, in impossibili perlustrazioni che possono sembrare l'evoluzione del bullet-time: un congelamento della realtà ipercinetico e vertiginoso scandito dalla musica liquida e subliminale di Paul Leonard Morgan, l'ottimo compositore del main theme del film che si affianca ad altri pezzi notevoli di Black Keys, Matt Hirt, ecc.

Fantascienza "drogata" che ricorda quella letteraria di P.K.Dick e Ballard e rimanda a film come "Strange Days" con un registro più ironico ma non meno inquietante, una rappresentazione del potere, l'ennesima, poco benevola e circoscritta a pochi eletti e popolata da figure all'apparenza simpatiche e rassicuranti come Eddy Morra, alla fine si tratta di un arrampicatore sociale, difficile però non parteggiare per lui, sembra quasi di stare in un capitolo di "Wall Street" ambientato nel 2022. Il personaggio di Morra infatti comincia una scalata all'interno del mondo finanziario e qui che incontra il Carl Van Loon di Robert De Niro, meno bollito del solito, con cui scambia diversi dialoghi divertenti, il migliore riservato verso il finale. La pellicola si muove però sui binari thriller, la sceneggiatura di Leslie Dixon ispirata dal racconto "Territori oscuri" di Alan Glyn é abbastanza abile nel creare situazioni di pericolo in cui non mancano dei morti ammazzati. A inizio pellicola, a farne le spese, l'ex-cognato di Morra che si ritrova cadavere a causa della preziosa NZT, delle pastiglie all'apparenza innocue come aspirina.

Nel ruolo del protagonista compare Bradley Cooper, lanciato più che mai, eletto l'uomo più sexy del 2011, nella scia della serie di successo "Una notte da leoni", è lui Eddy Morra, un 35enne ridotto a rottame che riesce a riscattarsi ingerendo una pillola. La percezione della realtà sotto l'effetto della droga viene ripresa dal regista Neil Burger con dei movimenti di camera hi tech che immobilizzano i particolari, spaziano l'orizzonte e si gettano in distanze impossibili, la mente sprigiona facoltà incredibili come apprendere una lingua (straniera) sentendo poche frasi dell'interlocutore, le divertenti scene nei ristoranti esotici, esalta il fascino e la dialettica usati dal nostro eroe per sedurre un ragguardevole numero di donne bellissime in altrettante sequenze, brevi ma significative, favorisce l'analisi e l'intuizione per scardinare i segreti dell'alta finanza.

In una parte di contorno l'australiana Abbie Cornish ("Sucker Punch") interpreta la fidanzata di Eddy, all'oscuro di tutto sino al precipitare della situazione del compagno succube degli scompensi fisici della droga, la NZT ha lo spiacevole effetto a lungo andare di essere mortale. La sotto-trama, che vede un energumeno ricattare Eddy per entrare in possesso del rivoluzionario farmaco, permette una serie di momenti action niente male e piuttosto violenti, un altro problema da affrontare è il costante pedinamento di un losco figuro con il volto di Tom Arana ("La Setta") che tiene desta la tensione. Insomma un film ricco, non banale, a tratti spiritoso (tra le tante, la battuta su "Matrix") che può soddisfare non solo gli amanti della fantascienza. Costato circa una trentina di milioni di $ ne ha portati a casa più di 160, non male.

Tit.originale:"Limitless"
paese:USA
Rating:7/10

Commenti

Marco (Cannibal Kid) ha detto…
adrenalinico, intenso: una figata di film!
Sciamano ha detto…
ero prevenuto abbastanza, é stata una piacevole sorpresa;)
Babol ha detto…
Molto molto bello, senza un attimo di tregua.
E poi vabbé, a me piace lui! XD
Sciamano ha detto…
si lui é un figo, lo ammetto :D