Police Story 2 (1988)

Jackie Chan in uno dei suoi fortunati action-movie.

L'agente Ka Kui, dopo avere demolito mezza città, è stato sbattuto a dirigere il traffico. La polizia di Hong Kong è però sotto assedio per i ripetuti attentati dinamitardi di una pericolosa banda criminale, non può fare a meno del suo migliore elemento: l'intrepido Ka Kui. Il super poliziotto accetta di buon grado il compito ma la sua ragazza non sopporta più la vita sacrificata, inoltre i tanti nemici di Ka Kui la tampinano con minacce e aggressioni fisiche....

E' il sequel del primo, storico e fondamentale "Police Story" del 1985, il piccolo monumento del cinema di Hong Kong che viene evocato nei titoli di testa nelle scene più salienti, non manca quella dell'incredibile inseguimento in macchina sulla collina che si getta nella distruzione di una baraccopoli. Siamo (quasi) sugli stessi livelli del film precedente, qualcuno può trovare la comicità proposta poco divertente, non è prevista la volgarità, in questi casi si usa il discutibile termine "comicità asiatica"(che vuol dire tutto e quasi niente),  è tutta molto fisica (puro slapstick) e surreale, se si entra nel mood giusto di leggerezza  però si rimane piacevolmente incantati. "Police Story 2" verte in gran parte sui malintesi tra l'agente Ka Kui, il solito straordinario Jackie Chan, i suoi superiori e la fidanzata May, interrotti da missioni sempre più pericolose ed esplosive sul territorio urbano di Hong Kong. Il film è tutto qui, uno può dire che è poca cosa, in verità quando di mezzo c'è Jackie Chan nel massimo della maturità psico-fisica lo spettacolo è assicurato e si fa il pieno dell'action migliore in circolazione.

Una delle ragioni per vedere "Police Story 2" è Maggie Cheung nei panni di May, poco prima di entrare nella fase "ultradiva" nelle braccia di Wong Kar Wai, la bellissima ragazza che per causa di Ka Kui finisce anche per essere sequestrata per la prevedibile reazione dell'eroe. Per difendere la fidanzata il protagonista accorre lungo tutto il film e scatena una serie di scontri sempre più furibondi, contro avversari che lo sovrastano per numero, attenzione perché si tratta di corpo a corpo scanditi con un kung fu violentissimo che trasformano gli ambienti, si guardi la scena del parco giochi di notte, in una girandola mozzafiato di coreografie al fulmicotone da lasciare ubriacati. Jackie Chan è una molla, incredibile e spericolato stuntman, nella scena più temeraria del film si lancia dal tetto di un camion in corsa a quello di un pullman per poi finire dentro le vetrate di un edificio vicino, naturalmente senza contro figure.

La sceneggiatura è forse meno convincente del primo episodio, più forzata, e prevede la minaccia di una banda di bombaroli che ricatta i vertici di una ricca società, tra i membri dei criminali spicca il sordomuto di Benny Lai, già al fianco di Jackie Chan in altre opere ("Operazione Pirati", "Project A 2"), che oltre ad essere abile nel kung fu, da vedere il duello nel finale che lo vede contrapposto a Ka Kui, ha il pallino delle macchine telecomandate caricate con esplosivo. A riguardo Jackie Chan si può dire che "Police Story 2" rappresenta una delle sue regie più apprezzate, con uno dei finali più esplosivi (in senso letterale) del cinema di Hong Kong anni 80, quando ancora la computer grafica non era contemplata e la dinamite vera.

A proposito del finale, si svolge in un enorme capannone e prevede il confronto tra il super poliziotto e i pericolosi criminali, un set costruito per agevolare spettacolari combattimenti tra funi, catene e macchinari industriali che Jackie Chan ingloba in una rappresentazione di ipercinetica azione di corpi e stunts sconsiderati che hanno fatto grande il suo cinema. Nei titoli di coda vengono riportati con orgoglio gli infortuni fisici di Jackie Chan nel corso della lavorazione, si vede in una scena sanguinare copiosamente, anche Maggie Cheung è rimasta ferita alla testa colpita da una sbarra di metallo. In una piccola parte si scorge un giovane Lau Ching-Wan (Full Alert, The Longest Night). Jackie Chan ha interpretato più di 100 film in carriera, questo è uno di quelli che vale la pena vedere.

Tit.originale:"Police Story 2"
paese: Hong Kong
Rating:8/10

Commenti

Anonimo ha detto…
molto divertente la serie di Police Story, mi ha solo lasciato un pò freddo il terzo, che qualcuno ha scritto sia il pezzo forte della serie.
Le coreografie spaccano, ho iniziato a rivalutare l'operato di Chan proprio grazie a questi e Drunken Master, un mostro!
JOE80
Sciamano ha detto…
Il terzo, in effetti, lo ritengo inferiore ai primi 2....però carino, c'è anche Michelle Yeoh.
Jackie Chan é veramente un idolo
;)