Ninja The Final Duel (1986)

Shaolin contro Ninja, un film di Robert Tai.

Tit.originale: "Ninja The Final Duel"(Intern.)
Paese:Taiwan

Il combattente Wang Chi Chung si inserisce nella faida tra Shaolin e Ninja, il ragazzo prende le parti dei monaci di Shaolin minacciati dai nemici giunti dal Giappone.

Folle film di ninja meta anni 80, ossia il periodo d'oro del filone, pare sia la riduzione di una serie tv di Taiwan della durata di svariate ore. Da questo si può capire (?) la sconclusionata e risibile trama di vendetta e rival school, ma per gli amanti dei cinema di kung fu di serie b non deve significare un ostacolo, gli altri invece non sanno e non sapranno mai dell'esistenza del delirio intitolato Ninja The Final Duel. Sembra ambientato negli anni 80 ma dovrebbe invece essere un film d'epoca, intorno agli anni 20, ma importa davvero poco visto che i set sono scarni e per lo più ricavati in esterni, mentre il 90% delle sequenze riguardano combattimenti incessanti, piuttosto potenti, ben coreografati e per chi ama questo tipo di pellicole vuol dire tutto o quasi.

Alla regia del resto compare Robert Tai, meglio conosciuto come action director per diversi classici del mitico Chang Cheh come Crippled Avengers e Le Furie Umane del kung fu, un nome importante che non manca di fare sentire il suo peso nella costruzione dei combattimenti, molto intensi e violenti, con dei balzi in wire-works impressionanti se si pensa che gli effetti digitali ai tempi non esistevano, con stuntmen (alcuni però paiono essere manichini) lanciati come bambole a velocità e altezze pazzesche. Film di ninja che viene ricordato per alcune scelte bizzarre, non si possono altrimenti spiegare l'arrivo di due monaci americani ma, soprattutto, di un monaco nero che sembra uscito da Harlem, personaggi coinvolti in combattimenti brevi ma divertenti. Il pezzo forte, se così si può definire, sono però i ragni-canoa che usano i ninja in alcune sequenze, dei gommoni a forma di insetto gigante che fanno sbellicare dal ridere per la loro inutilità e povertà di materiale, immobili nonostante gli sforzi con i remi, salvo poi compiere dei balzi assurdi.

C'è spazio anche per la bella Alice Tseng, una combattente donna che nuda (dipende dalle versioni censurate) affronta dei ninja, un aspetto che viene sempre ricordato ogni volta che si parla di Ninja The Final Duel (chissà come mai...). Il protagonista Wang Chi Chung è Alexander Lo che in carriera ha sempre interpretato film a base di ninja e monaci di Shaolin, dettaglio non indifferente è quello di essere l'attore feticcio per Robert Tai, provvisto di grande tecnica e con un fisico muscoloso ripreso stretto in primo piano, lo si nota sin dal prologo in cui affronta una squadra di avversari che si presenta in una formazione a svastica (di Shaolin).

I ninja hanno l'onore di una grande presentazione iniziale, sembra riprendere quella del classico Ninja in the Dragon's den (1982), con nugoli di ninja in azione di allenamento e dimostrazione di abilità, alcune risibili come lo scavo incerto di buche nella sabbia. Si scivola in sequenze weird impagabili per gli appassionati quando i ninja utilizzano maschere di felini e armati di artigli alle mani saltano sugli alberi come gattoni emettendo ruggiti improbabili. Il film pur essendo sempre violento e con qualche momento sanguinolento (si vede saltare via anche una testa) non lascia presagire un finale piuttosto duro, molto vicino ai film di Chang Cheh. Nel 1999 Robert Tai ha richiamato alcuni membri del cast, tra i quali lo stesso Alexander Lo e Silvio Azzolini (uno dei monaci americani del film), per Shaolin Dolomite, sorta di sequel di Ninja The Final Duel.

Rating:7/10

Commenti

Post popolari in questo blog

Doctor Sleep (2019)

The Strangers: Prey at Night (2018)

Blood and Bone (2009)